La Buona politica?Non è quella del PD.

La Buona politica? Non è quella del PD.

Sottotitolo: Io non c’ero, e se c’ero dormivo.

 

PDue

Dalla bacheca facebook di Roberto Di Felice riprendiamo un pezzo e pubblichiamo volentieri.

ARICCIA.
CONTINUA LA QUERELLE TRA L’EX PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE LUISA SALLUSTIO E IL P.D., ORMAI RIDOTTO, NON SOLO A LIVELLO LOCALE, A UN SUK, CIOÈ UN LUOGO DOVE IL MERCANTEGGIAMENTO HA SOSTITITUITO L’AGIRE POLITICO.

La lettura dell’articolo sottostante mi induce a condurre alcune riflessioni sul P.D. ariccino e su quello nazionale, che di fatto si basa non da ieri mattina, generalmente ed escluse poche eccezioni, soltanto sulla pratica di piccolo cabotaggio nelle acque stagnanti del mercanteggiamento di poltrone con il marchio della più spinta partitocrazia e che finora non ha saputo affrontare il mare aperto delle grandi battaglie ideali che potessero coincidere con il sentire e i bisogni concreti della maggioranza degli italiani.

Comincio da un’affermazione di Luisa Sallustio, che, a distanza di molto tempo, sembra riprendere quello che io sostenevo, allora inascoltato, già anni fa.
Solo ora, a distanza di anni e dopo aver lottato con gran dispendio di energie fisiche, psichiche e mentali, per mantenere alto il vessillo della buona politica, ricavandone feroci avversioni e azioni complottarde da ignobili individui e gruppi familiari che da oltre trent’anni pascolano nel campo del più deprecabile affarismo, solo ora – ripeto – ricevo, seppur indirettamente, il riconoscimento della giustezza del mio agire politico.

Afferma Luisa Sallustio: «C’è poco da fare, questo Pd ha svuotato e mortificato la democrazia. La sua manovra antiprimarie la dice lunga e pone in antitesi questa realtà politica alle aspettative degli elettori che si riconoscono nei valori di centrosinistra […]. Quando diventerò sindaco […] dimostrerò cosa significhi veramente amministrare il nostro Comune nel rispetto dei principi democratici e legalitari, in rappresentanza di tutte quelle che sono le istanze della società civile».

partito
IL PD si presentava come grande partito in chiave Anti-Destra. Salvo poi ciò che si è verificato, allearsi con Verdini ( P2, P3, P4,P5) Alfano, e compagnia bella. E voi ci avete creduto?

RIFLESSIONE.

Ora, a parte le velleità di Luisa Sallustio che mostra di nutrire una gran fiducia nelle sue capacità non curandosi affatto che sarebbe atto di elevata umiltà attendere che tali capacità le vengano riconosciute dal solo giudice titolato ad attestarle, cioè il popolo, quello che mi preme mettere in risalto e che emerge chiaramente dalle sue parole è che, dopo un decennio di fedele idillio politico-amministrativo con i due fornai ariccini di bugie prodotte in quantità industriale, fornai che portano lo stesso cognome, si è accorta di vivere in un covo di serpenti velenosi.
Inoltre, di fronte alla sua asserzione di voler dimostrare “cosa significhi veramente amministrare il nostro Comune nel rispetto dei principi democratici e legalitari”, a chiunque riesce naturale domandarsi: perché non ha lottato, quando era nella maggioranza cianfanelliana, affinché fossero affermati questi “principi democratici e legalitari”?
Non mi risulta di aver udito alcuno strepito in difesa dell’affermazione di tali principi.

mafia-capitale

“principi democratici e legalitari”?… Buzzi reuccio in Campidoglio Mentre l’attenzione era sulle multe di Marino e la sua Panda rossa, Salvatore Buzzi, girava indisturbato negli uffici e alla buvette del Campidoglio.

 

La vita è fatta di ripensamenti e di pentimenti e, quando essi siano l’approdo di un percorso onesto, nobilitano la vita di chi li attui.
Ma la vita è fatta anche di memoria. E la memoria mi impone di far presente a tutti che, quando presentai, nella penultima legislatura, una proposta di deliberazione consiliare per celebrare i referendum in determinate materie di competenza comunale e, nella legislatura appena cessata, una proposta di deliberazione consiliare per consentire nel modo più trasparente e più partecipato possibile le riprese audiovisive e fotografiche delle sedute del consiglio comunale e delle commissioni consiliari permanenti, ricevetti i voti contrari dei membri della maggioranza cianfanelliana, tra i quali vi era anche Luisa Sallustio.
Allora l’attuale proposito di rispettare i “principi democratici” non tormentava la mente di Luisa Sallustio?

Riporto questa informazione non per dare lustro al mio operato o per mettere alla berlina l’operato di altri, ma per semplice amore della verità.

Di più. Solo ora, parlando di mortificazione della democrazia, si è accorta che il P.D. di democratico porta solo il nome e – aggiungo io – che, diventato di fatto un sultanato, mostra di essere una sbiadita parodia di un partito veramente democratico.

Lasciando l’hortus conclusus ariccino e passando al più ampio proscenio del P.D. nazionale, un osservatore minimamente attento dovrebbe chiedersi, qualora leggesse le recenti cronache giornalistiche, se questo partito possa considerarsi veramente l’erede della lezione berlingueriana e di quella degasperiana (la serietà implica che un soggetto collettivo che aspiri a guidare istituzioni pubbliche sia innervato, in ogni sua diramazione, dal principio della trasparenza dispiegato nel modo più ampio), al solo considerare i seguenti tre esempi:

1) I ribaltamenti della verità, come per il caso dell’Expo di Milano spacciato mediaticamente in un successo quando in realtà si è rivelato un fallimento dei più disastrosi;

2) Le elezioni primarie per la scelta dei candidati a sindaco, non celebrate con lo stesso criterio in ogni paese o città: a Genzano di Roma si svolgeranno, ad Ariccia, per scelta dei gemelli monovulari delle bugie, invece no. Appare, dunque, contraddittorio il criterio che disciplina le primarie; sembra che in ogni realtà urbana esista un partito a se stante;

3) lo scandaloso fenomeno di truppe di stranieri, che non potranno poi votare alle elezioni amministrative, assoldate per far prevalere, ai danni degli altri contendenti, quello al servizio del ras locale e l’ancor più scandaloso fenomeno emerso domenica scorsa a Napoli – stando alle risultanze di un filmato diffuso attraverso Internet – della dazione di denaro a numerosi elettori per facilitare la vittoria della persona poi risultata, per poche centinaia di voti, vincitrice.

immigrati-vignetta11

Post scriptum.
Molti, compresi giornalisti che scrivono su testate telematiche, mi sollecitano a rilasciare dichiarazioni ai giornali sulla questione della sfiducia dell’amministrazione comunale ariccina e sui progetti che ho in mente per il futuro di Ariccia. A tutti rispondo allo stesso modo. Per quanto riguarda la sfiducia, è il buio medievale in cui Emilio Cianfanelli ha fatto precipitare Ariccia che ha determinato la fine anticipata della legislatura, ragione per la quale non sento la necessità, stante l’evidenza del disastro provocato dall’ex sindaco e dalla sua compagine, di giustificare ulteriormente tale atto di sfiducia. Per quanto concerne, invece, i progetti per il futuro di Ariccia, non per me, ma per tutti quelli che hanno l’identico mio sentire parleranno: il programma amministrativo condiviso con gli ariccini che già da molto tempo stiamo ascoltando veramente, al contrario di quelli che ora si presentano come “democratici” quando per anni hanno deciso le sorti di Ariccia in segrete stanze e senza coinvolgere i cittadini; i fatti concreti portati avanti in questi anni dai gruppi che mi hanno concesso l’onore – siano gli altri a dire se meritato – di guidarli; la qualità delle persone della coalizione che si sta costituendo e … la mia vita condotta sempre con il solo ideale di essere leale, onesto e non desideroso di inseguire le vanità mondane ma, come mi hanno insegnato grandi e umili maestri, il bene altrui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...