Incipit per la campagna elettorale in atto.

Incipit per la campagna elettorale in atto.

Se qualche navigato politico Ariccino – le avvisaglie sono quelle – intende avviare come concludere la campagna elettorale basandosi su insulti, denuncie, minacce e diffamazioni sappia che, qui non troverà nessuna sponda.
Qui si parla di contenuti, progetti, speranze, ambizioni per Ariccia.
Un paese, ci piace chiamarlo col suo nome, con tante potenzialità inespresse.
Trascurate da chi di dovere solo perche di segno politico opposto.
Non lasciamo questo paese in mano a personalismi vacui e improduttivi, che spesso hanno condotto ad amministrare Ariccia con risultati che non soddisfano.

E giunto il momento per dare un taglio a questo passato?

Giudicate voi.

Un passato fatto di da persone che il “bene di Ariccia” , a giudicare dalle loro opere, lo vogliono a fasi alterne.
Un “bene di Ariccia”, che spesso coincide con interessi che confliggono con quelli della comunità.
Ne abbiamo tutto il diritto visto dove la politica nazionale ci ha condotto.
Inutile elencare i disastri, lo conoscete tutti.
E tutti conducono alla disfatta umana della persona.
Non servono paroloni e retorica per amministrare.
Basta essere un buon padre di famiglia e trattare tutti allo stesso modo. Con equità e giustizia.
  • Basta non fare alla Politica richeste fuori dalla legalità.
  • Basta non chiedere alla politica posti di lavoro che non ci sono, e che purtroppo la stessa politica ha contribuito a distruggere.
  • Basta alla insulsa consuetudine di andare a votare con la tessera sanitaria.
  • Basta con il delegare qualcun altro, che alla prova dei fatti spesso si dimostra un incapace.
  • Basta con l’astio del “dividi et impera” che si è consolidato con il passare del tempo.
  • Basta con i consociativismi.
  • Basta con la trasparenza che rimane scritta solo su pezzi di carta.
  • Basta con il nastro trasportatore che ci propone come bagagli all’aereoporto gli stessi nomi da molto tempo.
  • Basta con i nomi imposti da qualcun altro.
lawyer

Cominciamo a cambiare la politica non chiedendo. Ma offrendo, proponendo, partecipando.

Basta con la disfatta umana, e l’annichilimento della persona.
“Se riesci a sentire fino in fondo che vale la pena conservare la propria condizione di esseri umani anche quando non ne sortisce alcun effetto pratico, sei riuscito a sconfiggerli.”
G. Orwell
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...