La Vergine di Norimberga, e le “pastoie” Ricciarole.

La Vergine di Norimberga. E le “pastoie” Ricciarole.

Sottotitolo: sulla sedia di presidente del consiglio? Io non c’ero e se c’ero dormivo?

La vergine di ferro, o “vergine di Norimberga è uno strumento di rieducazione molto apprezzato dagli psicologi (ma per qualche motivo non altrettanto da chi subisce il trattamento) volto a rieducare i giovani che presentano un quoziente d’intelligenza troppo alto.Questa è l’immagine che vpotrebbe venire idealizzata di un Ex presidente del consiglio comunale, che “voleva fare”, alla quale purtoppo i suoi alleati non hanno permesso.

Si propone come il rinnovamento.Tanto da affermare su un quotidiano online  ‘Sarò il sindaco della rinascita economica’

Ecco un breve sunto del Sallustio Pensiero,  riportato da una testata telematica.Qui la fonte

“Non si può certo dire a che Luisa Sallustio manchino l’audacia e la forza di credere in quel che dice e che fa. “Poche chiacchiere e più fatti”. Inizia a mostrare il punto cardine del suo programma elettorale la commercialista del comune castellano in corsa per la carica di sindaco. Da esperta in scienze economiche, individua nel rilancio dell’economia locale il grimaldello in grado di aprire le porte all’imprenditoria locale. “Ariccia deve ripartire dal suo potenziale di fare impresa – ha sottolineato– in sintonia con lo sforzo profuso dalla Regione Lazio per implementare la capacità di spesa dei fondi. La città ha bisogno di linfa vitale e sono in possesso della ricetta giusta per ridare vigore a questo paese disastrato. In passato – ha ribadito – nonostante le mie sollecitazioni, chi di dovere non ha saputo cogliere l’importanza di attuazione di politiche di Sviluppo economico in grado di rimettere in moto la macchina produttiva di beni e servizi, nonché del terziario”.

mafia-capitale

Considerazioni zappatorie.

Non si è accorta di nulla quanto avvenuto, come denunciato dalla eclatante vicenda delle dimissioni di due consiglieri PD?

Non si è accorta dunque delle denunce fatte da suoi ex compagni di cordataespulsi in seguito alla vicenda per avere manifestato il loro dissenso?quando sedeva sullo scranno più alto del consiglio comunale per una intera legislatura?

Dunque dove era la “belli virago” ricciarola  quando il suo partito si cimentava nell’impresa mirabile di governare “pastoie” come denunciato da un manifesto,  contribuendo ad affossare economicamente un paese, che ora vuole risollevare?

Le denunce pubbliche nel manifesto sottostante, messo sulle pubbliche plance comunali dai consiglieri – che ringraziamo come Ricciaroli, e non sara mai abbastanza, per avere messo a nudo il Reil quale ad oggi, non ha avuto il benchè minimo segno di risposta.

Ecco il manifesto al quale Luisa Sallustio dovrebbe dare delle risposte esaudienti in qualità di Presidente di un consiglio dove passavano questi  impellenti argomenti per risollevare le “sorti economiche”- che oggi ha tanto a cuore –  di un paese ridotto economicamente sul lastrico.

Si tratta del famoso programma della “Robba MEA”, il neologismo coniato dall’Ex Sindaco, che è stato mediaticamente un boomerang?

Può rispondere alle “devianze dal programma” e a Emilio Tomasi, e a Paolo Ermini che avete espulso? Se no, le Sue affermazioni son altro che “quisquilie e pinzillacchere” , direbbe il Principe de Curtis.

Risponda alle gravi accuse di clientela elettorale di un governo dove Lei era Presidente del Consiglio. Non ci risponda come il Segretario sulla vicenda del manifesto denigratorio pero’, dicendo di non sapere nulla.

altra-meta

Risposte, dunque che attendiamo con fiducia ma  che ad oggi non arrivano.

Eccetto per una patetica polemica nella quale L’ex Sindaco, ed il Segretario del PD di fatto disconoscono la paternità di un manifesto – di risposta –  con accuse gravissime alla famiglia di Emilio Tomasi, un ex consigliere in quota PD, lo stesso partito della Sallustio, manifesto in seguito prontamente rimosso dalle plance elettorali.

Ecco il manifesto dello scandalo rimosso in seguito alla “presa di coscienza” del Segretario PD, che ha poi – dopo l’uscita del manifesto -affermato pubblicamente  di non saperne nulla. Peccato che l’ex Sindaco lo smentisca.

Ricciaroli Le acque di questa vicenda sono abbastanza torbide?

manifesto-PD

Qualora a tutti i Ricciaroli, tutto ciò non bastasse per intendere i fatti accaduti,  a rinforzare le tesi ci pensa Roberto Di Felice.

Dalla sua bacheca Facebook pubblichiamo il suo pensiero in merito al fatto che il nuovo che avanza la candidatura a Sindaco di Luisa Sallustio che afferma: ‘Sarò il sindaco della rinascita economica

Non lo sa che il suo partito il PD ha contribuito alla rovina del Paese Italia, salvaguardando interessi che tutt’altro sono che quelli dei cittadini?

E qualora le nostre convinzioni logiche e politiche non bastassero agli Ariccini, Roberto di Felice, candidato Sindaco per le prossime amministrative di Ariccia, dalla sua bacheca facebook tuona:

ARICCIA.
QUEL CHE RESTA DEL GIORNO: CONTINUA LA STORIA DELLE RIVELAZIONI SU UNA FALSA MAGNIFICENZA PROPAGANDATA DAL RIBALTATORE PROFESSIONISTA DELLA VERITÀ EMILIO CIANFANELLI E PORTATA ALLA LUCE DA ME E DAI CONSIGLIERI COMUNALI DEL MIO GRUPPO GIÀ DA ANNI.
ORA PARLANO SENZA SOSTA MA CON FANDATEZZA GLI EX ALLEATI DELL’AUTORE DEL DISASTRO ARICCINO E SONO COLPI MICIDIALI VERSO COSTUI. POVERINO: ORMAI IL RE È NUDO E LA NUDITÀ VIENE SVELATA IMPIETOSAMENTE DAI SUOI EX ALLEATI!

Leggete attentamente l’articolo sottostante, nel quale Luisa Sallustio, ex presidente del consiglio comunale e per un decennio circa fedele vestale della divinità di cartapesta Emilio Cianfanelli, con il quale ha condiviso tutte le decisioni politico-amministrative congiuntamente con Valentino Cianfanelli (ex compagno politico-sentimentale della prima e ora in burrascosa rottura con lei: quanti ex stanno affiorando in questo clima fosco dove ognuno di tali ex finti amici di ventura molto ha brigato e poco è durato), dipinge in maniera mordace l’amministrazione comunale di Emilio Cianfanelli.

OLTRE ALLA SUA INCESSANTE AUTOBETIFICAZIONE, DELLA DICHIARAZIONE DI LUISA SALLUSTIO POCHI PASSI SONO SUFFICIENTI PER RENDERSENE CONTO.

PRIMA, PERÒ, UNA DOMANDA È DOVEROSA: QUANDO VENIVA ATTUATO IL DISASTRO ARICCINO, PERCHÉ LUISA SALLUSTIO NON FECE NULLA PER FERMARLO? ORA È FACILE DIRE: «In passato […] nonostante le mie sollecitazioni, chi di dovere non ha saputo cogliere l’importanza di attuazione di Politiche di sviluppo economico in grado di rimettere in moto la macchina produttiva di beni e servizi, nonché del terziario».
A CHI RIVOLGEVA QUESTE SOLLECITAZIONI INASCOLTATE DAI PRESUNTI DESTINATARI E NON PERCEPITE MINIMAMENTE DAI CITTADINI? A EMILIO CIANFANELLI? A VALENTINO CIANFANELLI? OPPURE A SE STESSA IN UN’OPERAZIONE DI AUTOANALISI?

«La città ha bisogno di linfa vitale e sono in possesso della ricetta giusta per ridare vigore a questo paese disastrato […].
ATTENDIAMO FIDUCIOSI QUESTA RICETTA, TENUTA NASCOSTA PER ANNI!

Stando all’osservazione, riportata nell’articolo, che “le famiglie ariccine chiedono una boccata d’aria sul piano dell’occupazione”, LUISA SALLUSTIO CI FA SAPERE: «Le precedenti amministrazioni non hanno fatto nulla in tal senso […]».
LO AVEVAMO CAPITO DA ANNI E NON C’ERA BISOGNA CHE CE LO RICORDASSE LUISA SALLUSTIO, CHE, INSIEME CON EMILIO CIANFANELLI, NON HA “FATTO NULLA IN TAL SENSO”.

IN CONCLUSIONE, LUISA SALLUSTIO ORA PRENDE LE DISTANZE DAL FUNERALE DI ARICCIA, DI CUI È STATA UNA DELLE FIGURE PRINCIPALI.
SIC TRANSIT GLORIA MUNDI (COSÌ PASSA LA GLORIA DEL MONDO)!

 

Ricciaroli tanto vi dovevamo per dovere civico.

Uno zappatore mattiniero

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...