Strade pietose ad Ariccia.E conflitti di interesse.

Strade pietose ad Ariccia. Da almeno 11 anni.E conflitti di interesse.

Da anni con l’iniziativa della Voce di Ariccia ci si batte per il decoro delle nostre strade.

L’esperimento della Voce di Ariccia, durato una decina di anni, e l’iniziativa di informazione il cui motto era ” ogni cittadino è reporter”  che parte veramente dal basso, che è andata avanti per molto tempo, mettendo a nudo la pochezza di molti politici che si considerano “illuminati”, ed il loro particolare  interesse  per tutt’altro.

Tra quelli che ci hano colpito maggirmente durante l’attivita di giornalismo cittadino, uno fra tutti “le medicine” distribuite in consiglio comunale contro i mal di pancia dei consiglieri, che per alzare la mano su determinati provvedimenti chiedevano un loro tornaconto  elettorale personale.

Mandate in consiglio persone senza conflitto di interesse.

A questo scopo quando i cittadini si renderanno conto che in consiglio bisogna mandare persone che non hanno conflitti di interesse come questo ? Qui vi è un esempio di un consigliere che è coinvolto con proprietà e terreni personali, coinvolti in “nuclei di recupero di abusivismo” nel quale molti consiglieri di opposizione –  che durante la votazione si sono alzati ed usciti dall’aula consiliare –  hanno visto una regia occulta del perimetrare questo piuttosto che l’altro.

Pochi ricordano che questo fu un progetto costato centinaia di migliaia di euro di tasse per cittadini.

Il video è illuminante, e certamente questo di Marucci è solo la punta di un iceberg ancora sommerso,  che scopriremo in seguito.Non ce ne voglia il Cons. Marucci che tra l’altro molto onestamenet si è posto la questione di votare un provvedimento che lo interessava direttamente ( CONFLITTO DI INTERESSE)

Saltate direttamente al minuto 4 del video. Dove il consigliere chiede se è titolato a votare un provvedimento che coinvolge sue proprietà.

Insomma in consiglio ci deve andare gente che non ha conflitti e si occupi di cose veramente basilari, come il diritto del cittadino di vedere infrastrutture e viabilita degni di questo nome.

Il tema del decoro urbano e della viabilità sarà sostenuto con ogni forza e con ogni mezzo per restituire ai cittadini il diritto di viaggiare su strade sicure, per le quali pagano le tasse pra le più alte d’Europa.

Non è possibile che le nostre strade cittadine da anni versano sempre nello stesso stato.Le immagini che vedete sono di qualche tempo fa, ma se le confrontate con quelle di molti anni fa vi renderete conto che almeno da due lustri non si fa nulla.

Ci hanno spiegato che i soldi non ci sono. Le squadre di manutenzione sono senza mezzi, e senza soldi. ( al comune di Ariccia è composta da sei persone, di cui due sono in malattia, ma ne servirebbero almeno altri 10)

I soldi che mancano per le strade, invece si trovano per altre iniziative, come quelle dell’accoglienza, e per casa Masca, per   Collepardo quasi un milione, e non si capisce bene a cosa è servito a tutt’oggi, la biblioteche degli Stalloni, dove sono stati messi ( come e perchè resta da capire) in posizione apicale famigli dell’Ex Sindaco, biblioteche costruite con circa 500 milioni di soldi pubblici, e pare – notizia da confermare – che i ragazzi delle scuole debbano pagare per aderire a “progetti” che dovrebbero essere garantiti dai i contributi regionali che queste iniziative  dovrebbero ricevere,  le iniziative di mentenimento di determinate clientele elettorali, con una miriade di ditte che operano in “emergenza” dove la sostituzione di una caldaia “al volo” puo costare anche ventimila euro, dove il “clientelismo ed il lobbysmo” hanno raggiunto livelli da capogiro con una selva di associazioni civiche che  sembrerebbero a molti,  fare  capo al foraggiamento elettorale di determinati cerchi magici, e le iniziative di amici degli amici e sodali a Palazzo Chigi, dove associazioni di amici e famigli ricevono contributi Regionali a quattro zeri. Tutti soldi che vanno ad ingrosare il debito pubblico mostruoso della Regione Lazio.

Tutti soldi che i cittadini dovranno restituire con una sequela di tasse assurde e tra le più alte d’europa se non del mondo.

Però i soldi per le strade, per le borse lavoro di cittadini in stato di indigenza e per gli invalidi che superano i 13 mila di ISEE non ci sono.

Alcune associazioni  fra l’altro ricevono contributi e fondi Regionali e non, per perseguire interessi che ai cittadini comuni e uomini della strada restano per lo più sconosciute.

Ricordiamo ai cittadini ed elettori  che quando una banca – quella centrale europea –  ti presta soldi, prima o poi questi vanno restituiti con interessi. Non esistono contributi di beneficienza per i banchieri centrali.

L’impegno della nostra compagine  è quello di portare queste istanze presso il consiglio comunale per rivedere le strade su le quali i cittadini circolano ricondotte ad un minimo di decenza e sicurezza E per fare in modo che i soldi delle vostre tasse vadano finalmente a coprire i servizi che vi spettano di diritto, che vi sono stati negati per anni.

La conclusione del ragionamento è che non basta più l’impegno civico, serve avere una posizione in consiglio per fare valere questi diritti.

Che chi ci legge rifletta.

Zappatore populista

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...