Apostasia per deficienti.

Apostasia per deficienti, e lupi travestiti da agnelli.

bergo

Quando, nel febbraio 2013, Papa Benedetto XVI si è dimesso improvvisamente e inspiegabilmente, lo IOR era stato escluso da SWIFT; con ciò, tutti i pagamenti del Vaticano erano resi impossibili, e la Chiesa era trattata alla stregua di uno stato-terrorista (secondum America), come l’Iran. Era la rovina economica, ben preparata da una violenta campagna contro lo IOR, confermata dall’apertura di inchieste penali della magistratura italiana (che non manca mai di obbedire a certi ordini internazionali).

“Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio, sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino”. Dopo aver ringraziato “tutti di cuore” e aver chiesto “perdono per i miei difetti”, il Pontefice ha aggiunto: “Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di San Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato”. Si concluse così un pontificato durato 7 anni e 9 mesi, visto che Benedetto XVI era salito al Soglio pontificio il 19 aprile 2005.

Ma vediamo l’improvvisa  declaratio di rinunzia in latino cosa potrebbe nascondere in realtà, in questo link prelevato dal blog di Foa per il tramite di Doris, di un articolo in lingua francese del  sito Media Press Info “La guerre du contrôle  des transactions bancaires a sonné pour les Usa” . Non è che uno dei fili dell’intricata matassa di quello che si profila essere un vero e proprio Giallo vaticano.

IL CIRCUITO SWIFT BLOCCATO IN VATICANO

SWIFT è una rete finanziaria, non si tratta di una banca o di una società di transazioni. La parola SWIFT è composta da iniziali che significano Società Mondiale (W=world) Interbancaria Finanziaria Telecomunicazioni.  Questo concerne i dati di transazione effettuati dalle 10.500 banche del mondo (in 215 paesi), ammesse come aderenti a questo sistema. Quando una banca o un territorio è escluso dal Sistema, come lo fu nel caso del Vaticano nei giorni che precedettero le dimissioni di Benedetto XVI nel febbraio 2013, tutte le transazioni sono bloccate. Senza aspettare l’elezione di papa Bergoglio, il  sistema Swift  è stato  sbloccato all’annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI. C’è stato  un ricatto venuto da non si sa dove,  per il tramite  di Swift, esercitato su Benedetto XVI. Le ragioni profonde di questa storia non sono state chiarite, ma è chiaro che SWIFT è intervenuto direttamente nella direzione degli affari della Chiesa.  


Bene, questo è il fil rouge  economico-finanziario dell’intricato “giallo” che ha portato alle dimissioni di Ratzinger. Ovvero le mani della Finanza Internazionale (leggi, Wall Street)  sullo IOR e sullo stato del Vaticano trattato alla stregua di un “rogue state” come l’Iran, se non dava conto al Grande Fratello Finanziario delle sue transazioni. Poi  ce ne sono altri di natura più propriamente teologico-politica.

Ratzinger pur essendo stato fedele ai dettami scaturiti dal Concilio Vaticano II, ha idee molto precise sulla famiglia e il matrimonio. Mai, proprio lui che lottò contro il Relativismo imperante,  avrebbe accettato “aperture” sul mondo gay e sulle politiche gender. Mai si sarebbe prosternato al “mondo” (e al mondialismo) come questo papa, il quale gareggia con il laicismo imperante della Ue nel creare una forma di “divorzio sacramentale”, attraverso “l’annullamento breve”. Mai si sarebbe prestato a fare la grande pagliacciata di Lampedusa fatta dal suo successore, che oltretutto non è nemmeno territorio suo, ma dello stato italiano.
I grandi poteri mondialisti hanno fretta e Ratzinger era un  intralcio palese, un rallentamento sulla loro fulminea traiettoria.
Ma c’è un’altra importante sfumatura di giallo nel testo della declaratio in latino, la quale a detta dello storico Luciano Canfora, contiene vistosi errori. Pertanto non può essere attribuita ad un pontefice “meticoloso”, pignolo  e sapiente come Ratzinger.
Per dirla papale papale, l’ipotesi  relativa a quei giorni frenetici del 2013, potrebbe essere questa:  noi ti diamo un foglio di via; tu rinunci, leggi e sloggia.
Qualcuno deve spiegare perché non era ancora stato nominato Bergoglio, che già il sistema SWIFT, aveva sbloccato le transazioni subito dopo la   Grande Rinunzia di papa Benedetto.

A questo punto i misteri dei sotterranei d’Oltretevere si infittiscono; due papi (un’anomalia indigeribile per ogni cristiano) e nessuno dei due che occupi le stanze vaticane. Poi c’è il ruolo dell’amministrazione Obama negli Usa in questi giorni nei quali viene ricevuto Bergoglio,  che sembra quello di cercare la blasfemia aperta. Ed è già cronaca di queste ore. Ad accogliere Bergoglio, c’è un vescovo omosessuale dichiarato, Gene Robinson. Che sia una provocatoria prova di forza? Intanto il “papa venuto dalla fine del mondo” fa il  galoppino della Casa Bianca per dare avvio al passaggio (indolore) di regime a Cuba.

schema-ponzi

Il sito belga Media-Presse (lo SWIFT è basato in Belgio) nel dare la notizia dello SWIFT alternativo lanciato da Pechino e Mosca, il 5 aprile, raccontava come esempio:

Quando una banca o un territorio è escluso dal Sistema, come lo fu nel caso del Vaticano nei giorni che precedettero le dimissioni di Benedetto XVI nel febbraio 2013, tutte le transazioni sono bloccate. Senza aspettare l’elezione di papa Bergoglio, il  sistema Swift  è stato  sbloccato all’annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI.

C’è stato  un ricatto venuto da non si sa dove,  per il tramite  di Swift, esercitato su Benedetto XVI. Le ragioni profonde di questa storia non sono state chiarite, ma è chiaro che SWIFT è intervenuto direttamente nella direzione degli affari della Chiesa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...