La politica si fa con la verità o con la bugia.

La politica si fa con la verità o con la bugia.A voi la scelta.

Sottotitolo: La dura legge degli appalti del PD. 100 mila euro! Tanto paga Pantalone.

x+bonaventura.jpg

Non Ricorda tanto il signor Bonaventura?

Un utente Facebook fa notare all’Ex primo cittadino del PD,  che presso il suo quartiere esiste un problema di sicurezza, ovvero il muro di recinzione del Parco Chigi crollato – supponiamo supportati da  una robusta dose di competenza –  per incuria, e per la radici infestanti che si propagano dalla notte dei tempi.

In tutta risposta riceve in replica, un rimpallo di responsabilità, verso terzi, imputabile a situazioni in divenire. Ovvero “lo faremo quando…”.

Tutto accade presso il quartiere di Villa Ferraioli. Come potete leggere qui sotto.

muro

Ebbene siamo andati a vedere di persona incuriositi dal post del cittadino, probabilmente di Villa Ferrajoli,  ed ecco il risultato.

In realtà il muro crollato è di pochi metri, due o tre al massimo, e il restante muro ammalorato potrebbe essere recuperato – mia opinione personale, non sono un ingegnere ma di costruzioni di muri,archi,volte ne ho visti tanti da almeno 40 anni –  con una operazione di semplice manutenzione e rinzaffamento delle connessure, come per il rinforzo di tanti edifici storici ad Ariccia è stato fatto, e come ogni cittadino fa in casa propria, prima che il muro gli crolli addosso.

Dunque la manutenzione è necessaria pena il decadimento delle strutture, guardate anche l’esempio del ponte monumentale. E per la manutenzione serve assolutamente formare un team comunale, più corposo di quello esistente, ovvero sei persone non tutte in servizio permanente,  per fare in modo di evitare la decadenza delle infrastrutture e del patrimonio dei cittadini non finisca in malora , come avvenuto in questo caso ed in tanti altri da noi documentati. Questa è una verità.

 

Gli aspetti criticabili in merito a questa vicenda sono molteplici.

  • Quale migliore e ghiotta occasione per uomini di apparato partitico  – la cosidetta casta – c’è se non quella di indire un appalto pubblico con l’inevitabile lievitazione dei costi, come le cronache nazionali raccontano,fino a dieci volte quelli reali, alla quale questa discutibile classe politica ci ha abituato?
  • Un muro in verità divelto da radici di edera ed erbe infestanti, che con i decenni si sono gonfiate. Il muro quindi è stato abbattuto in realtà dall’incuria, dovuta ad una inesistente manutenzione. Non bastava togliere le radici infestanti che hanno provocato lo smuovimento dei blocchi di pietra e l’inevitabile crollo della recinzione muraria?  Questa è una verità.
  • Il muro dove è caduto poteva essere ripristinato,e ricostruito in pochi giorni,e con pochi soldi, come ben sa ogni padre di famiglia per ripristinare un muro di pochi metri non supera per la spesa abbondantemente oltre “centomila euro” e questa è una verità. Infatti a nostro avviso, con una normale squadra di manutenzione comunale in pochi giorni come sostenuto dal cittadino che ha sollevato la problematica, il muro si poteva sistemare, e le radici rimosse per evitare che la situazione peggiori. E questa è una verità.
  • Perchè si rimanda una responsabilità ogettiva – quella di mettere in pristino il muro che causa problemi di sicurezza cittadina – ad un fantomatico accordo per una viabilità ancora in divenire, della quale siamo tutti o quasi all’oscuro, e del quale non conosciamo l’incerto esito/epilogo? Oltre al fatto che la cinta muraria caduta potrebbe essere  un varco per atti di vandalismo all’interno del ” BARCO“.
  • Perche non si affrontano in manutenzione opere che fanno parte del patrimonio di tutti noi cittadini, dicendo che non ci sono soldi, in un comune con l’addizionale IRPEF tra le più alte d’Italia, ma si trovano centinaia di migliaia di euro per consulenze giuridiche, spese legali, consulenze esterne, piani di recupero, progettazioni varie ecc.?

Perche si tace su questo? Ai cittadini la risposta.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...